domenica 15 giugno 2008

Anime alla sbarra

Si vocifera che il Tribunale ha inviato a diverse società di doppiaggio un comunicato dove si consiglia di non avere contatti di lavoro con una casa editrice di DVD di Anime Giapponesi in quanto "ripetutamente morosa". La notizia è alquanto fumosa e da prendere con le molle: di quale Tribunale si tratta? Di quale città? Perché questo genere di avviso? E' una diffida? Un consiglio? C'è del vero? Ma questa casa editrice, poi, esiste ancora? Se riuscirò ad avere notizie più chiare le posterò, intanto sorrido e penso al karma....

4 commenti:

Duca Antiridoppiaggi ha detto...

Speriamo si tratti di d/visual.
Se lo meriterebbero visto quanto sono odiosi.

Fabrizio MAZZOTTA ha detto...

Eh eh eh ! :) Lo escludo. Loro, la d/visual, non sono ripetutamente morosi e recidivi ! ^_^

Duca Antiridoppiaggi ha detto...

Peccato!
Spero sempre che i diritti dei loro anime passino a gente più seria, tipo Dynit.
Almeno prima dell'età pensionabile riuscirebbero a pubblicare i dvd e con i doppiaggi storici.

Anonimo ha detto...

°__° ... *senza parole*

Kaname