martedì 20 maggio 2008

Bruxelles/ Musei del fumetto

Sono partito apposta da Roma per andare fino a Bruxelles ma ne è valsa la pena! Quando mi domandavano il perché di questo viaggio io rispondevo, serafico, che andavo a visitare due musei del fumetto e allora notavo gli sguardi tra l'allucinato e il tollerante. " Un povero pazzo" qualcuno avrà pensato ...Se magari andavo a seguire la squadra di calcio del cuore in trasferta sarebbe stato un altro discorso, ma partirsene per andare a vedere delle tavole originali di TinTin vale la pena? Si, è la mia risposta.
Il prestigioso Centre Belge de la Bande Dessinée ( CBBD) è a tre piani e io ci ho passato CINQUE ore della giornata! Un'impresa massacrante che manco al Louvre!...
Però che goduria vedere la divisa da fattorino di Spirou appesa sull'attaccapanni, visitare per l'ennesima volta la mostra permanente su TinTin con le bombette dei Dupont e Dupond, con il telefono che squilla e si sente: " Hallo, boucherie Sanzot!".
La bellissima mostra sui 70 anni del settimanale "Spirou" era ricca di pannelli e tavole originali dei disegnatori che hanno portato al successo la rivista e io mi sarò pure perso i Puffi a Milano però - pappappero puffapero! _ al CBBD ho visto la gabbia in legno dove Gargamella ha imprigionato il suo primo Puffo, una sezione di un fungo abitato dai Puffi con appartamento a due piani, il famoso flauto a sei "puffi", il libro delle formule di Gargamella, l'astronave del Cosmopuffo e altre prelibatezze di questo genere!
Ma non è mica finita! 'sto museo era enorme e io arrancavo nei tre piani stracolmi di pannelli e tavole originali, mentre fuori una leggera pioggerellina fiamminga invitava a starsene al coperto delle varie esposizioni del momento.
Infatti in un altro piano c'era tutto un excursus sulle varie riviste d'autore come "Hara Kiri", "Metal Hurlant", "TinTin", "Pilote" e altre, con figurine, poster, dischi volta per volta dedicati a vari personaggi.
E poi ancora un'esposizione dedicata a " Il Fumetto e il mare" con tavole originali dedicate a storie avventurose e comiche dove i protagonisti sono marinai, pirati, avventurieri, naufraghi e quant'altro la fantasia di un autore di bande dessinée possa concepire. Peccato solo che per salvaguardare l'integrità delle opere, giustamente, tutta la zona era un po' al buio e la luce delle lampade assai fioca.
E uscito da Rue Sable , ancora non domo, una bella passeggiata fino alla stazione Centrale dove pochi metri più avanti c'è il museo BD Jijè con libreria annessa e dove fino al 7 settembre è allestita un'esposizione dedicata anch'essa ai 70 anni di "Spirou", con catalogo! Tavole originali di Peyo, Roba, documentari, albi originali e illustrazioni da far girare la testa. E infatti la testa mi girava! Sarà stata la stanchezza? Comunque mi sono ripreso con l'acquisto di due cataloghi e un albo di Spirou e sopratutto con la ristampa delle prime storie in formato minuscolo degli Schtroumpfs che il quotidiano " Le soir" sta allegando settimanalmente! Non male!
Ah, e poi ho pranzato ( merendato? erano le 16 ) con un waffel al cioccolato bianco davanti al Mannekenpiss!

4 commenti:

Gianfranco Goria ha detto...

Bella esperienza, eh? :-) L'ultima volta che sono andato io c'era solo il CBBD... In compenso il giro dei negozi fumettomani del centro è stato anch'esso esaltante!

Fabrizio MAZZOTTA ha detto...

Ma a Giugno ci ritorno! Al CBBD c'è la mostra per i 50 anni dei Puffi!
Imperdibile! ^_^

Anonimo ha detto...

Uh! L'hai già fatto, il resoconto! Non me ne ero accorta ^^; leggo sempre dal basso verso l'alto i vari post del blog.
Pfui, ma che squadra del cuore... è molto meglio una mostra come questa! Poi, insomma, è anche un pò il tuo mondo... secondo me apprezzi i disegni in maniera più approfondita di un semplice appassionato; non può essere altrimenti...
lo penso perché anche tu sai disegnare e disegni, quindi guarderai con un occhio particolarmente attento queste cose.
Per quanto riguarda i puffi... haaah! Ti hanno seguito! >=)
Da quello che hai detto, doveva essere tutto molto bello.
Un caro saluto^^ e BENTORNATO!

Kaname

Francesco Artibani ha detto...

Grande invidia! Grazie del resoconto, comunque. Non era come essere lì ma rendeva bene l'idea.