lunedì 27 aprile 2009

Giallo Napoletano

E' stata particolarmente felice questa edizione di Napoli Comicon: sia per l'enorme affluso di visitatori ( i cancelli di entrata sono anche rimasti chiusi per non creare sovraffollamento) sia perché il giallo è il mio colore preferito! Ad ogni modo il salone partenopeo si conferma essere una delle più belle e interessanti manifestazioni dedicate al fumetto e all'animazione con un vasto e nutrito programma di incontri che non teme certo confronti con altri avvenimenti di questo genere. A mio avviso è giusto dare spazio a gare di cosplayer o a eventi collaterali ma non si deve dimenticare che in una manifestazione culturale di questo tipo quello che deve essere privilegiato maggiormente è, per logica, il fumetto! Ho sempre trovato bizarro vedere stand di leccornie, candele e fotomodelle accanto a conferenze sui grandi autori di fumetto. All'interno del prestigioso Castel S.Elmo è impossibile scontrarsi con i venditori di zucchero filato e nonostante il piacevole via-vai di ragazzotti pronti a sfidarsi in un torneo a colpi di spada di gommapiuma o vestiti come gli eroi di un Anime, il Salone Internazionale del Fumetto fa prevalere su tutto gli ospiti legati ai comics con vari incontri, conferenze ed esposizioni. E per me che amo questo mezzo di comunicazione fatto di nuvolette NapoliComicon è il salone ideale.
E lo è anche per un motivo da non sottovalutare: la perfetta organizzazione e la competenza e cortesia di tutto lo staff che annualmente vi collabora. La mia stima va sempre a Luca Boschi ( l'eclettico direttore culturale) e a Claudio Curcio ( il baldo direttore Generale) e il mio grazie per l'ospitalità va a tutto lo staff: a Claudia, Angela, Federica, ( leggiadre addette all'ospitalità) ad Antonio ( valente autista che ha scorrazzato me e Bill Willingham per Napoli ), ad Alino e Alina (Che belle le mostre!) a Giuseppe Colella ( sempre saldo al settore cinema d'animazione) e un grazie anche a Simone Salis ( mio compagno di week-end e giovin satirico ) e... a tutti gli altri!
Tra i tanti stand, tra tante valide novità, tra tante esposizioni mi preme ricordare "No-vizi" , un valido allestimento di vignette di satira ideato e curato da Mario Natangelo che, bravissimo vignettista anch'egli, era accompagnato da autori del calibro di Ellekappa, Giorgio Franzaroli, Marco Tonus, Vincino,Riccardo Marassi e altri. Un "bravi!" a tutti, considerando inoltre che in questo periodo essere se si è autori di satira è un po' come aver contratto la gonorrea.
E dall'alto di Castel S.Elmo tra un venticello Partenopeo e una panoramica del golfo erano allestite le mostre di originali di Leo Ortolani e il suo celeberrimo Rat-man ( se volete sapere cosa predilige a colazione Ortolani, scrivetemi!) , di Massimo Carnevale e di Tanino Liberatore: con lui, di mattina, ho condiviso l'attesa del pulmino che ci avrebbe portato al Comicon e con la sua gentile consorte abbiamo disquisito sulle varie differenze di vita tra l'Italia e la Francia, per finire a parlare di diritto d'autore con Ivo Milazzo. Una domenica mattina da ricordare, anzichèno! Mica càpita tutti i giorni.
Ma da ricordare è senz'ombra di dubbio il motivo per il quale sono stato invitato a NapoliComicon. Poichè quest'anno il colore dedicato era il giallo si è pensato di ritagliare uno spazio alla famiglia di color giallo più famosa al mondo, ovvero " I Simpson" e ospite di eccezione è stato Phil Ortiz, disegnatore dei comics e animatore della serie tv. Ma oltre a essere di indiscutibile professionalità e bravura è indiscutibilmente simpatico! Io ero assieme a lui a condividere un incontro col pubblico, per disquisire di Simpson, cartoni animati, telefilm, film Disney e quant'altro e abbiamo improvvisato un simpatico duetto dove io interpretavo Krusty il clown in Italiano e lui mi rispondeva in Inglese con la stessa voce che farebbe Dan Castellaneta quando deve doppiare il cinico pagliaccio. E , ciliegina sulla torta, ci siamo scambiati degli omaggi di penna! Mi ha anche invitato a firmare autografi assieme a lui ma il destino cinico e baro ma sopratutto un treno di ritorno per Roma mi hanno impedito di farlo!

3 commenti:

natangelo ha detto...

eccoti!
la prossima volta lascia perdere quel tizio buffo che ti portavi appresso e resta a firmare autografi :-D
il mio amico guarda il video tuo in continuazione: già era scemo, adesso è scemo+
Alla prossima

Sim ha detto...

"E comunque, per quel che vale, sono stufo di sentir parlare delle sopracciglia di Natangelo. Che se le rada pure".

Leo Ortolani, 2009


-
Ora torno all'intento originario del commento, ovvero...
grazie ad ella ed al team napolicomicon d'avermi scorrazzato e permesso di confermare una cosa che già sapevo: i nerd puzzeno.
Ma sono simpatici e ti mettono buonumore, un po' come i fumetti.

Sim ha detto...

scorrazzato e scarrozzato. mi sun stato veramente ben :)